lunedì 12 maggio 2014

Presnitz


Presnitz


Si narra che il presnitz sia nato nel 1832, durante i festeggiamenti per accogliere a Trieste Francesco I e l’imperatrice d’Austria. Tutta la città, le strade e  il porto furono addobbati a festa, vennero persino organizzati dei concorsi d’arte, artigianato e gastronomia. Il concorso gastronomico fu vinto, sembra, da una pasticceria del centro che aveva confezionato per la prima volta un dolce a forma di anello, ripieno di uvette, pinoli e canditi, decorato con la scritta “se giri il mondo ritorna qui”, perciò gli fu conferito il titolo di “Preis Prinzessin” (Premio Principessa). I triestini hanno contratto il termine tedesco in “Presnitz” e hanno adottato questo stupendo dolce per feste tradizionali e gioiose ricorrenze.





Ingredienti:

Un pacchetto da 300 g. di pasta sfoglia surgelata, 

100 g. di uva sultanina, 

8 cucchiai di rum, 

otto cucchiai di acqua 

farina per stendere la pasta

50 g. di noci tostate-

50 g. di mandorle tritate-

50 g. di cedro candito - 

50 g. di scorzette d'arancia candite 

60 g. di pangrattato, 

una bustina di zucchero vanigliato, 

una presa dì chiodi di garofano macinati, 

una presa di cannella in polvere, 

50 gr. di zucchero,

 due tuorli per spennellare
Procedimento:

Lasciate scongelare la pasta sfoglia a temperatura am­biente. 

Fate rinvenire l'u­va sultanina in una terrina con il rum e 

l'acqua. 

Met­tete la pasta sulla spiana­toia infarinata e stendetela con 

il matterello in una striscia lunga e sottile. 

Sgoc­ciolate dal bagno l'uva sul­tanina e mescolatela agli altri 

ingredienti, poi distri­buite il miscuglio sulla pa­sta.

Ar­rotolate quindi la striscia prima su se stessa, dal la­to più 

lungo e poi a spirale, dandole la forma di una chiocciola ; 

adagiatela in una tortiera sganciabile del diametro di 24 cm., 

inumi­dita in precedenza. 

Frullate in una tazza i tuorli e spennellateli sul­la copertura. 

Disponete quindi il dolce sul ripiano di mezzo del forno già 

acceso e riscaldato e lasciatelo cuocere per 25 minuti a 240°. 

A cottura ultimata, sfornate il « Presnitz », to­glietelo dalla 

tortiera e la­sciatelo raffreddare su una gratella.

Prima di servirlo, tagliatelo a fette.