domenica 18 maggio 2014

Treccia di Mozart


Treccia di Mozart


Ingredienti :
500 gr. di farina, 40 gr. di lievito, un bicchiere scarso di latte 
tiepido,150 gr. di zucchero,una presa di sale, una bustina di 
zucchero vanigliato,la buccia grattugiata di un limone,100 gr. di 
burro o margarina, due tuorli,100 gr. di cedro candito, 50 gr. di 
buccia d'arancia candita, farina per spianare la pasta, margarina per 
ungere,

latte per spennellare.

Molti conoscono Mozart, oltre che per la sua mu­sica, per come
 portava i ca­pelli : la nostra « Treccia di Mozart » invece, pur
ispirandosi alla sua petti­natura, è fatta di pasta lievitata e vi
 diciamo subito che il modo in cui gli otto rotolini sono intrecciati,
 ri­chiede una certa abilità: comunque le foto che illu­strano le varie
 fasi della operazione vi faciliteranno il compito. 

Procedimento:

Mettete la fa­rina
 in una terrina, fatevi un incavo nel mezzo e spezzettatevi dentro il
 lie­vito. Unite un po' di latte e un po' di zucchero e, prendendo un
 po' della farina circostante, prepa­rate un impasto preliminare. 
Copritelo e lasciatelo lievitare per una quindicina di minuti in luogo 
caldo. Quindi aggiungete al pa­netto lievitato il resto del latte e 
dello zucchero, il sale, lo zucchero vaniglia­to, la buccia di limone, 
il burro o la margarina, i tuorli e tutta la farina impastate 
energicamente, poi aggiungete all'impasto il cedro e le bucce 
candite, sbattendo con forza la pa­sta finché formerà delle bolle e 
si staccherà dalle pareti del recipiente. Co­prite e lasciate lievitare 
la pasta per un'altra mezz'o­ra. Poi con le mani infari­nate formate 
otto rotolini di uguale lunghezza e dello spessore di un dito. Uni­teli 
schiacciandoli insieme ad un'estremità e fissandoli eventualmente 
al piano di lavoro con un oggetto pe­sante. Cominciate a intrecciare
partendo da un roto­lino esterno e formando sempre un angolo di 
90° Seguite la sequenza foto­grafica finché sarete arri­vati al 
termine dei rotolini.
 Considerando che la ( treccia di Mozart), costituita da ben otto capi, non è facile da eseguire, quindi ho pensato
 di aiutarvi con questa sequenza fotografica, che segue passo passo il procedere dell'intreccio, Seguendo L'accorgimento
di numerare gli otto rotoli di pasta, come indicato nelle foto, riuscira perfettamente anche a voi.
 Adagiate la treccia così ottenuta su una teglia 
unta e tiratela un po' nel senso della lunghezza. Fatela ri­posare per 
altri 20 minuti e spennellatela col latte. Mettetela in forno caldo sul 
ripiano di mezzo. Tem­po di cottura. 35 minuti. Forno elettrico, 
200°, for­no a gas, grado 3° (pari ad un terzo della fiamma 
massima). Fate raffreddare la treccia sulla teglia, poi tagliatela in 
20 fette. Po­tete servire questa treccia con burro o marmellata. 
Nella preparazione potete usare inoltre al posto del burro lo strutto, 
che è indicatissimo come sempre per la pasta lievitata.