mercoledì 11 giugno 2014

Pane all'uva

Pane all'uva


Il pane all'uva è una proposta che affonda le radici nel mondo contadino. Era prodotto con i frutti della terra ed era consumato soprattutto in settembre, all'epoca della vendemmia. Nel periodo natalizio veniva proposto sostituendo all'uva e fichi.


Ingredienti

500 g di Farina
300 g di acqua
15 g di lievito
10 g di sale
25 g di burro
50 g di zucchero
1 g di uova
300 g di uva americana

Procedimento:
Impastare La farina, l'acqua e il lievito. A metà impasto aggiungere il sale e poi le uova. Ag­giungere il burro e terminare l'impasto, quindi incorporare delicatamente a mano L'uva. Far riposare l'impasto per 30 minuti. Spezzare e arrotondare in modo da formare delle pagnottelle che verranno depositate su delle assi infarinate. Far riposare per 15 minuti. Arrotondale di nuovo e adagiarle su teglie con carta da forno. Far lievitare per 40-50 minuti coperte in un posto caldo. La temperatura deve essere di 28°C. Infornare con vapore a temperatura media (circa 200-220°C). Aprire il tiraggio per gli ultimi 10 minuti di cottura.
E la vostra pagnottella all'uva e pronta per essere condivisa. ciao

L'uva americana in effetti viene chiamata uva fragola

<URL di origine:http://it.wikipedia.org/wiki/Uva_fragola>
Tutti i tipi di uva fragola sono caratterizzati da un sapore dolce della polpa, privo dell'aroma di moscato. Il profumo, che qualcuno asserisce essere simile alla fragola, è particolare, e comunque molto penetrante. La vinificazione di quest'uva ha subito limitazioni legislative in Italia già dall'inizio del '900; attualmente è consentita solo per uso familiare

Le foglie sono grandi, pelose nella pagina inferiore, opache e poco lobate. I tralci sono lunghi e di colore rosso. I grappoli hanno acini di media grandezza, molto ravvicinati. Si tratta di piante resistenti a molti agenti patogeni, tra i quali l'Oidio, la Peronospora, e marginalmente anche la fillossera, che ne ha decretato la diffusione. Buona produttività e resistenza al gelo ed a terreni umidi.

Di norma le viti non sono innestate e si moltiplicano per talea dando origine a piante dette a piede franco.

L'uva è utilizzata soprattutto come frutta, il vino eventualmente prodotto non può essere comunque venduto come tale, dato che le leggi italiane ed europee ne vietano la commercializzazione.


Come molte viti o ibridi di viti di origine americana non sopporta il terreno calcareo, che è il comune terreno da vigna europeo.