venerdì 24 aprile 2015

GIN FIZZ

COCKTAIL: GIN FIZZ



 

Categoria : LONG DRINK ( VI APPARTENGONO DEI COCKTAIL DI NUOVA CONCEZIONE OTTENUTI DAI VECCHI E NUOVI SHORT COCKTAIL ALLUNGATI CON ACQUE GASSATE O SPUMANTI CHE SI POSSONO SERVIRE A QUALSIASI ORA DEL GIORNO )


GIN 30% SUCCO DI LIMONE 20% SCIROPPO DI ZUCCHERO 40%   SODA WATER 10%


Bicchiere

Collins o Tumbler Alto


PREPARAZIONE DEL COCKTAIL GIN FIZZ

Si prepara nello shaker con ghiaccio versando il gin, il succo di limone e lo sciroppo di zucchero. Servire nel bicchiere tunbler alto con ghiaccio completando con soda water. Decorare con fetta di limone e ciliegina.

STORIA DEL COCKTAIL GIN FIZZ

Può essere considerato il drink più famoso degli anni '50, apprezzato in particolare dai giovani quando, subito dopo la guerra, si affascinavano nuovamente al divertimento: nelle feste in casa e nei locali da ballo che aprivano soprattutto la domenica pomeriggio

APPROFONDIMENTO SUGLI INGREDIENTI DEL COCKTAIL GIN FIZZ

Gin

Il gin è un distillato forte, chiaro, tipicamente incolore prodotto dalla distillazione di alcol ottenuto da grano, frumento ed orzo in cui vengono messe a macerare bacche di ginepro. Il nome del distillato deriva dal nome delle piante di ginepro che producono le bacche.

Il gin è stato elaborato per la prima volta in Olanda verso la metà del 1600 ad opera di un medico dell'università di Leyden, Francisco Della Boe, meglio noto come Franciscus Sylvius il cui intento era quello di trovare un rimedio per curare i soldati olandesi che si ammalavano di febbre nelle Indie Orientali. Dall'Olanda il gin si diffuse sempre più in Inghilterra la quale raggiunse l'apice della produzione allorché Guglielmo III di Orange nel 1690 vietò l'importazione di distillati stranieri, primo fra tutti il cognac degli acerrimi nemici francesi, favorendo così l'utilizzo delle eccedenze di cereali per la produzione di alcol da destinare alle distillerie di gin. La produzione divenne così importante che addirittura si arrivò ad utilizzare tale bevanda come parte del salario da destinare agli operai ; le conseguenze furono gravi ed importanti soprattutto dal punto di vista sociale per l'aumento del tasso di alcolismo nella popolazione più povera con importanti ripercussioni di ordine pubblico e di sicurezza. Il governo inglese tentò di porre rimedio con il Gin Acts ma senza esito.

Le bacche di ginepro danno al distillato un tipico profumo e sapore facilmente riconoscibile.

Il gin trova ampio uso nella preparazione di cocktail mentre è raro il suo consumo puro. Distillato tipico inglese e soprattutto londinese, la sua distillazione risale a diversi secoli ed in passato il consumo era molto più forte che adesso. Le marche più famose di "London dry gin" sono la Gordon's, la Tanqueray, la Bombay tutte prodotte in distillerie che si trovano nella città di Londra.




Succo di Limone



Sciroppo di zucchero

Lo zucchero liquido viene utilizzato in diversi cocktails, dolci e nella preparazione della frutta sciroppata.

Preparazione

Sciogliete a fiamma dolcissima, meglio se in un pentolino antiaderente, lo zucchero semolato con il 1/2 litro di acqua, fino ad ottenere un liquido dalla consitenza fluida e trasparente.Togliete dal fuoco lo sciroppo ottenuto e lasciatelo raffreddare.Lo zucchero liquido si può conservare fuori dal frigorifero chiuso in una bottiglia.


Soda Water

Acqua di seltz, o anche semplicemente seltz, (in inglese viene chiamata "soda water") è una denominazione corrente in Italia per designare l'acqua fortemente gassata, ottenuta immettendo in un sifone ermetico il gas sotto pressione (anidride carbonica) di apposite bombolette.

Nonostante il nome faccia pensare alla città alsaziana di Seltz, essa deriva il suo nome da quello di Selters, una località tedesca da cui proviene un'acqua minerale ricca di anidride carbonica. In tedesco, infatti, quest'acqua viene denominata Selterswasser ("acqua di Selters").

Mentre come bevanda gassata si tende a preferire le acque minerali industriali, il seltz viene di solito impiegato per la preparazione di cocktails.