mercoledì 11 marzo 2015

i cruffin



Croissant + Muffin = cruffin (l’ultimo foodtrend)
Se non ne avete ancora sentito parlare siete irrimediabilmente OUT.
Negli States è moda e dopo i cronuts di Dominique Ansel, i cruffin della Mr. Holmes Bakehouse promettono di conquistare lo stesso successo.
Quando si è inventato già tutto, si mixa l’esistente e così sono nati anche i cruffin, l’unione perfetta di croissant e muffin. Sono pasta del croissant, ossia una sfoglia carica di burro, arrotolata in stampi da muffin, riempiti di ogni cremosa delizia e decorati con glassa, o spolverati di zucchero.
La Mr. Holmes Bakehouse ha poco più di quattro mesi di vita e con questa bella invenzione è già sulla bocca di tutti. Ry Stephen, pastry Chef e socio di Aaron Caddel  alla Mr Holmes Bakehouse, spiega così il loro segreto.        
Secondo te perchée  le persone stiamo letteralmente impazzendo per i tuoi cruffin?
«Le persone sono entusiaste dei Cruffin perché sono unici e sempre diversi. La novità dei Cruffin è la consistenza che si crea cuocendo l’impasto dei croissant in questo modo. Le farciture cambiano ogni giorno e questo li rende interessanti per le persone che vogliono così assaggiarli ogni giorno».     Crema al caffè, al passion fruit, praline alla fragola, cioccolato, burro di arachidi… la produzione è variata e i Cruffin sono molto fotogenici, il che li ha resi un immediato successo sui social media.
La scena che si ripete dall’autunno sono cinquanta metri di fila fuori da negozio ad attendere l’apertura delle 9 , e l’intera produzione spazzata via in meno di un’ora.
“We're open for a good time, not a long time. Everyday” si legge sul sito, che suona come un “siamo aperti per passare bene il tempo, a non per molto tempo”. “Restiamo aperti finché non abbiamo finito tutto, la domanda è altissima, così vi preghiamo di venire in anticipo per non perdere i nostri dolci”, prosegue l’avviso. Un successo clamoroso e immediato, tanto che a fine gennaio sono stati anche vittime di un furto, non di denaro, non di macchinari bensì di ricette.
In attesa che arrivino in Italia, si può provare a farli in casa, se si vuole sperimentare la fatica di un impasto per cornetti fatto a mano…