martedì 21 gennaio 2014

UN PO' DI BON TON


UN PO' DI BON TON


La buona educazione si vede soprattutto a tavola.
Purtroppo molte cose che ci sembrano ovvie, non lo sono per tanti. Per questo motivo qui di seguito troverete delle semplici indicazioni che vi permeteranno di stare a tavola seguendo le giuste regole del bon ton.
Ben vengano altri suggerimenti!

Assolutamente proibito: tenere il cellulare acceso, appoggiare sul tavolo le chiavi o altri oggetti personale, usare gli stuzzicadenti, masticare il chewing gum e fumare.
di non truccarsi o sistemarsi il trucco in pubblico, per queste cose ci sono le toilette..."                               

Evitare di dire "Buon Appetito".

Sedetevi con naturalezza ma rimanendo sempre diritti e mai seduti come se foste su una sedia a sdraio!
In un pranzo importante e formale, sedetevi dopo che lo ha fatto la padrona di casa. Gli uomini aiutateranno la loro vicina a sedersi, accostandole la sedia.
In una cena fra amici dovrebbe vigere lo stesso principio, ma tutto è più informale.
Non iniziate comunque a mangiare prima che tutti siano stati serviti.

Una volta seduti, appoggiate il tavogliolo sulle gambe e mai intorno al collo o infilato nel colletto della camicia. Alla fine del pasto lo si riappoggia, prima di alzarsi, alla sinistra del piatto, senza ripiegarlo.

Non tenete mai i gomiti o un avambraccio appoggiati sul tavolo. Stando seduti dritti vi sarà naturale appoggiare le mani chiuse a pugno, a destra e a sinistra del piatto.
Va bene anche tenere le mani incrociate di fronte al piatto.
Mai stendervi sulla sedia con le braccia incrociate dietro alla nuca!

Le posate, quando sono molte, vanno usate cominciando da quelle più esterne.

Quando mangiate, portate il cibo alla bocca con la forchetta o il cucchiaio. 
Mai con il coltello e Mai annusare il piatto!

Con le mani potete solo mangiare il pane che però va spezzattato con le mani e non con la bocca, alcuni molluschi ( ostriche, vongole, ecc.) e alcuni tipi di verdura e frutta (asparagi, banane, ciliegie, uva ecc). Per quanto riguarda i crostacei, meglio mangiarli con le mani ( solo però in occasioni informali) se non si è capaci di sgusciarli con le posate.

Evitate di fare la scarpetta (assolutamente proibita in occasioni formali)...ma è così buona! Potete farla infilzando il pezzo di pane con la forchetta oppure usando solo due dita e non l'intera mano.

Il formaggio va appoggiato, aiutandosi con il coltello, su un pezzetto di pane oppure su un cracker e poi lo si porta in bocca con la mano.

Non bisogna usare il coltello normale per tagliare uova, pesce e verdure: ci si aiuta solo con la forchetta.

Si mastica con la bocca chiusa, senza fare rumore (solo in Cina è buona creanza farlo!) e ovviamente evitando di parlare con la bocca piena.

Prima di bere, ci si pulisce la bocca con il tovagliolo: non strofinandolo da un lato all' altro della bocca ma appoggiandolo con delicatezza sulle labbra.
Bere poi a piccoli sorsi e non tutto d'un fiato e con la bocca piena.

Evitate di lasciare il cibo nel piatto e, finito di mangiare, appoggiate il coltello e la forchetta sul piatto perpendicolari a voi:mai spingere il piatto vuoto verso il centro del tavolo. Mai leccare le posate per qualsiasi motivo.

Se vi trovate in imbarazzo e non sapete che posate usare per mangiare un determinato piatto, guardate come fa la padrona di case e agite di conseguenza.