giovedì 13 febbraio 2014

CANNOLO DI PASTA FILLO CON STRACCIATELLA E UVA SULTANINA AL PROFUMO DI ANICE STELLATO

CANNOLO DI PASTA FILLO CON STRACCIATELLA  E UVA SULTANINA AL PROFUMO DI ANICE STELLATO


Ingredienti
uva sultanina 80 g
rum, anice stellato, caramello per decorare q.b.
per la farcia di nocciole:
latte 80 g
panna 80 g
tuorli 1 O g
zucchero 10 g
massa pralinata alle nocciole 20 g colla di pesce 1 g
per i cannoli:
pasta fillo 1 foglio
zucchero a velo q.b.
per la stracciatella:
gelato al fiordilatte 250 g
scaglie di cioccolato fondente 250 g

Procedimento
Iniziare con la preparazione della farcia di nocciole. Procedere come una crema inglese, unirvi la colla di pesce precedentemente ammollata e strizzata e versare il tutto a filo nella massa pralinata. Far riposare in frigorifero. Tagliare in quadri la pasta fillo, arrotolarli formando i cannoli e cuocerli in forno dopo averli spolverizzati di zucchero a velo. Amalgamare il gelato alle scaglie di cioccolato fondente.
Ammorbidire l'uva sultanina in acqua e rum e qualche anice stellato.
Finitura e presentazione
Porre al centro del piatto una quenelle di stracciatella, adagiarvi sopra i cannoli precedentemente riempiti di farcia di nocciole e guarnire con l'uva sultanina e un filo di caramello, e il piatto è pronto

Pasta fillo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Baklava preparato con pasta fillo
La pasta fillo o phyllo, dal greco con il significato di "foglia", è una varietà di pasta sfoglia preparata in sottilissimi fogli separati. La tecnica artigianale è quanto mai coreografica.
Caratterizzata da tempi di cottura ridottissimi, si utilizza in forno o fritta per preparare i più variegati piatti di alta cucina sostituendo anche l'involucro di svariati involtini in varie cucine del mondo. Per la sua estrema versatilità ha trovato innovativo e svariato impiego anche nella cucina italiana. È prodotta senza aggiunta di grassi a differenza delle comuni paste sfoglie, il gusto è neutro per garantirne l'uso sia nella preparazione di dolci, che di piatti salati.
Tradizionalmente e storicamente è utilizzata in tutto il medioriente per i dolci ripieni di noci e pistacchi e immersi in uno sciroppo di zucchero come il baklava.
Massa pralinata
La massa pralinata consiste nel frullare le mandorle caramellate che troverete nelle ricette di "Dessert" nel mio blog.