venerdì 7 marzo 2014

Ecco i miei spaghetti ai frutti di mare

Ecco i miei spaghetti ai frutti di mare
Per fare gli spaghetti ai frutti di mare non deve diventare una tragedia, o interpellare le migliori enciclopedie culinarie, o siti attenenti alla ricetta miracolosa per fare un semplice spaghetto ai frutti di mare. Come vedrete in questa ricettina la semplicità nell'esecuzione.
Regolatevi voi il mio spaghetto è per una persona
Lavo i frutti di mare tolgo la cordicella alle cozze e verifico se in mezzo alle vongole c'è quella piena di sabbia che rovina tutto. 
quindi li raccolgo tutti in una ciotola e aggiungo pure i pomodorini pachino tagliati in 4 parti o pure più.
fatto questo metto a rosolare un spicchio d'aglio in un po di olio extravergine
Quando inizia a prendere colore spengo il fuoco allontano la padella da fonti di calore o altre fiamme, prendo la mia ciotola con i frutti di mare e pomodorini, e li verso nella padella tutti in una volta sola

lascio sfumare gli schizzi d'olio e rimetto la padella sul fuoco, 
attenzione agli schizzi, che al contatto con il fuoco si alimentano e si infiammano, a parte che è pericoloso, ma poi gli spaghetti sapranno di petrolio e quindi immangiabili, riaccendo e copro il tutto con un coperchio.

Tempo 4 o 5 minuti tolgo il coperchio e spengo il fuoco,

ecco li vedete sono tutti aperti, e questo è lo scopo , i frutti di mare non devono cuocere ma aprirsi, questo è molto importante.

Inizio a cuocere gli spaghetti, nel frattempo io tolgo tutti i frutti di mare dalla padella, verificando ancora se mi è sfuggita la vongola maledetta, e li rimango a parte coperti per non farli raffreddare.
Quindi nella padella mi rimane il sughetto e i pomodorini per mantecare gli spaghetti senza intralci dei frutti di mare

quindi alzo gli spaghetti molto al denti e li verso nel sughetto riaccendo il fuoco e con un forchettone li manteco fino al quasi totale assorbimento del sugo da parte degli spaghetti.

Inizio a preparare il piatto di portata mettendo gli spaghetti in un lato

e i frutti di mare al lato
e il sughetto che inevitabilmente si e posato nei frutti di mare versatelo sulla pasta,
una spruzzata di prezzemolo fresco tritato e il gioco è fatto
favorite
i pomodorini poco cotti che rimangono quel rosso fresco, il prezzemolo al momento tritato e messo in ultimo e tutto questo rende un piatto bello da vedere e molto meglio da mangiare.