sabato 7 giugno 2014

Sformato di melanzane con cuscus


Sformato di melanzane con cuscus


Ingredienti: dose per 8 persone

4 grosse melanzane, circa kg 1 -8 pomodori ramati g 900 più alcuni per la decorazione - cuscus precotto g 250 - basilico - insalata -limone - timo - olio extravergine d'oliva - sale -pepe nero in grani.

Tempo: circa 2 ore




Affettate le melanzane per il lungo;
disponete le fette su un vassoio,
salatele e fatele spurgare per 60' circa.
Togliete agli 8 pomodori la buccia,
tagliateli a spicchi e svuotateli dei semi
e del liquido di vegetazione: bucce,
semi e liquido vanno frullati. Il ricavato
va scolato attraverso un setaccio, poi
emulsionato con olio, sale, pepe, limone,
per ottenere una salsina che
accompagner
à lo sformato di melanzane.






 Strizzate le melanzane
e cuocetele sulla griglia ben calda.












 Portate a bollore g 300 di acqua insieme
con un rametto di timo, sale,
un cucchiaio d'olio, quindi versatevi
il cuscus, spegnete, coprite
e lasciatelo rinvenire per 30' circa.



 Ungete d'olio uno stampo ad anello
e rivestitelo completamente
(bordo esterno ed interno) con le fette
di melanzane grigliate,
lasciandole abbondantemente debordare.












 Mettete nello stampo la metà
del cuscus, gli spicchi di pomodoro,
alcune foglie di basilico, sale,
pepe macinato e 4 cucchiaiate d'olio.













 Proseguite quindi con un secondo
strato di cuscus, ripiegatevi
sopra la parte debordante delle melanzane.
e premete il tutto per renderlo
compatto; infine passate lo stampo in forno a
200° per 15', il tempo sufficiente
a riscaldare lo sformato. Servitelo guarnito
al centro con pomodori e insalata,

il tutto condito con la salsina già preparata.








<URL di origine:http://it.wikipedia.org/wiki/Cuscus>
Uno dei primi riferimenti scritti al cuscus viene dall'anonimo autore di un libro di cucina dell'al-Andalus, la Spagna musulmana del XIII secolo, il Kitāb al-tabīkh fī al-Maghrib wa l-Andalus, che dà una ricetta per il cuscus. Il piatto fu creato in Marocco[senza fonte]. Il cuscus era noto anche nel sultanato di Granada dei Nasridi. Sempre nel XIII secolo uno storico siriano di Aleppo cita il cuscus in quattro occasioni. Queste citazioni così antiche mostrano che il cuscus si diffuse rapidamente, ma che in generale esso era comune soprattutto nell'occidente islamico fino alla Tripolitania, mentre più ad est, a partire dalla Cirenaica, la cucina era soprattutto di tipo egiziano, in cui il cuscus costituiva solo un piatto occasionale. Oggi, il cuscus è conosciuto in Egitto e nel Vicino Oriente, ma in Marocco, Algeria,[3] e Tunisia, il cuscus è il piatto-base.

Uno dei primi riferimenti al cuscus in Europa settentrionale è in Bretagna, in una lettera datata 12 gennaio 1699. Ma già molto tempo prima esso aveva fatto la sua comparsa in Provenza, dove il viaggiatore Jean Jacques Bouchard scrive di averlo mangiato a Tolone nel 1630.