lunedì 14 luglio 2014

RISOTTO AI FRIARELLI

RISOTTO AI FRIARELLI



INGREDIENTI per 4 persone
Riso 350 g, circa 600 g di friarelli puliti, 3 spicchi d'aglio, ::4 cucchiai di olio d'oliva, burro 50 g, 1 piccola cipolla, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, sale, pepe, parmigiano e pecorino grattugiati

PREPARAZIONE
Scaldare i friarelli, scolarli conservando l'acqua, e tagliuzzarli in piccoli pezzi. Fare rosolare l'aglio in una padella, unire i friarelli e farli insaporire lentamente. A parte in un'altra casseruola, imbiondire la cipolla tritata con il burro, tostare il riso, bagnare con il vino bianco (preferibilmente Falanghina di Pozzuoli) e farlo evaporare completamente. Portare a cottura il risotto aggiungendovi poco per volta l'acqua di cottura dei friarelli bollente, mescolando continuamente. A metà cottura unire i friarelli con un pizzico di pepe, e assaggiare il sale; a cottura ultimata incorporare il formaggio amalgamandolo bene al riso e servire 

Friarièlli:
I friariélli sono le infiorescenze appena sviluppate della cima di rapa, utilizzate in preparazioni alimentari tipiche della cucina napoletana e della cucina romana (a Roma sono chiamati broccoletti). Vengono consumati, sotto altri nomi (ad es. rapini, broccoletti, broccoli di rape, broccoli friarielli) anche in altre zone d'Italia, in Galizia (Spagna) e Portogallo (grelos) e nella cucina cinese.
Secondo alcuni il nome friariello deriva dal castigliano "frio-grelos" (broccoletti invernali) , mentre altri ritengono che derivi dal verbo napoletano frijere (friggere). Per friarielli si intendono anche, in vari dialetti basati sulla lingua napoletana, in particolare in Campania, i peperoni nani verdi dolci, detti puparulille friarielli (conosciuti anche come "friggitelli" nel Lazio), i quali vengono anch'essi consumati fritti.